ASIA/TURKMENISTAN - L’Oblato Sáez Martín: “La comunità cattolica cresce con entusiasmo” [13/01/18 02:27AM]   
Grazie
Ashgabat - “Il periodo appena trascorso in Turkmenistan ha rappresentato un’esperienza molto positiva. La partecipazione alle catechesi tenutesi nella chiesa di Ashgabat Ŕ stata molto elevata: era presente tutta la comunitÓ della Capitale – circa 100 persone - ma c’era anche chi proveniva da altre parti del paese. Nei giorni successivi al Natale, poi, siamo stati noi sacerdoti a raggiungere i fedeli che vivono lontano dalla cittÓ”. ╚ il resoconto consegnato all’Agenzia Fides da padre Diego Sßez MartÝn: l’Oblato di Maria Immacolata, missionario in Turkmenistan dal 2010 al 2013, appena rientrato in Italia dopo aver trascorso tre settimane nello Stato dell’Asia Centrale per aiutare i suoi confratelli nella preparazione e nella svolgimento delle celebrazioni liturgiche nel tempo di Natale.
Tema delle catechesi tenute da p. Diego era “Sarete come Dio”, la frase con cui il demonio tent˛ Adamo ed Eva: “Ho spiegato come il Padre ci rende realmente simili a Lui, se non ce ne allontaniamo, come hanno fatto erroneamente i nostri progenitori biblici. Ho cercato di spiegarlo in termini pratici, non teologici, lasciandomi guidare dallo Spirito Santo. Il giorno della partenza, per esempio, il mio volo era in ritardo e sono arrivato a destinazione esattamente cinque minuti prima dell’inizio della prima catechesi. Non ho potuto prepararmi bene: ho lasciato agire lo Spirito”.
P. Diego racconta: “Nei giorni successivi sono partito con p. Rafał Chilimoniuk per visitare i luoghi dove si trovano altri cattolici che non avevano possibilitÓ di raggiungere Ashgabat. Abbiamo percorso circa 2000 km, incontrando anche persone di fede musulmana, che avevano voglia di conoscere la nostra fede. Abbiamo visitato, inoltre, una famiglia convertitasi dall’islam al cristianesimo: si tratta di un nucleo familiare composto da padre, madre e due figli, che vive in un piccolo villaggio, a 750 chilometri da Ashgabat. La Provvidenza me li ha fatti incontrare circa sei anni fa, quando ero stabilmente in missione in Turkmenistan. All’epoca andavo a far loro visita una volta al mese per la preparazione al battesimo, che poi hanno ricevuto”.
A proposito della conversione religiosa, il sacerdote spiega: “In Turkmenistan, la Costituzione concede la libertÓ religiosa e tutela la possibilitÓ di convertirsi a un’altra fede. I problemi per chi passa da un credo all’altro possono insorgere da parte della famiglia di provenienza o dei vicini, che a volte non accettano questo cambiamento, e lo considerano un tradimento”.
Secondo l’Oblato, la comunitÓ cattolica del Turkmenistan sta vivendo un processo di trasformazione: “In passato, il gruppo dei fedeli era composto soprattutto da persone di provenienza russa, ucraina, polacca o tedesca, che adesso lentamente stanno tornando nei paesi di origine. Al tempo stesso, la percentuale di fedeli di etnia turkmena Ŕ in aumento”.
“La comunitÓ cresce con entusiasmo e potrebbe essere ancora pi¨ grande, perchÚ c’Ŕ grande interesse e curiositÓ e la gente Ŕ aperta all’amicizia con i cattolici. Il problema Ŕ che, attualmente, ci sono solo due preti per tutto il paese e questo rappresenta una grande limitazione”, conclude p. Sßez MartÝn.

>>


   Trackback

      URL di trackback: http://demo.blogghy.com/trackback/1806183

   Commenti

   Lasci un commento
Nome:


Email:


5 + 4 = ?

Si prega di scrivere sopra la somma di questi due numeri interi

Titolo:


Commenti:





Info. sull'autore

descrizione

Contatti l'Autore
Categorie

Tgcom 24
Washingtonpost
Fides Italian
Ultime Note
AFRICA/CAMERUN - Una Chiesa viva che si sforza di essere un elemento di unione nazionale
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/PERU’ - Dai martiri peruviani nuova spinta alla missione
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/PERÙ - Con la visita di Papa Francesco, al via la preparazione del Sinodo per l'Amazzonia
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/PERU' - Rispetto dei diritti umani e ripercussioni in ambito politico: gli auspici dopo la visita del Papa
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/PERU - L'abbraccio del Papa agli inondati del Niño Costero
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/ PERÙ - Il Papa a Trujillo: non siamo noi il Messia. La fede si trasmette per "contagio”
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/PERÚ - Il portavoce dei Vescovi: “Papa Francesco ha valorizzato le tradizioni religiose locali”
[22/01/18 01:17PM]
ASIA/BANGLADESH - I cristiani sono discriminati nella società ma hanno un ruolo prezioso
[22/01/18 01:17PM]
AFRICA/KENYA - Assalita la protocattedrale di Marsabit
[22/01/18 01:17PM]
ASIA/TERRA SANTA - Vescovi cattolici a Israele:l'espulsione espone profughi eritrei e sudanesi a pericoli e guerre
[22/01/18 01:17PM]
AFRICA/CONGO RD - Violenta repressione delle manifestazioni: almeno 6 morti, una decina di preti sequestrati
[22/01/18 01:17PM]
ASIA/PAKISTAN - Ennesima vittima cristiana tra i lavoratori delle fogne
[22/01/18 01:17PM]
AMERICA/PORTO RICO - I redentoristi scrivono a Trump: "Ingiuriose le sue parole sui paesi poveri"
[22/01/18 01:17PM]
In Cairo, Pence praises the friendship and partnership between the U.S. and Egypt
[21/01/18 06:39AM]
In campaign ad, Trump says Democrats are ‘complicit’ in crimes by illegal immigrants
[21/01/18 06:39AM]
AMERICA/CILE - Isolde Reuque: “Il Papa riconosce la sofferenza dei mapuche e li conferma nella fede”
[20/01/18 09:24AM]
AMERICA/CILE - I giovani: “Francesco ci mostra la sorgente della gioia: Cristo Gesù”
[20/01/18 09:24AM]
AMERICA/PERU’ - Il Papa benedirà le immagini sacre che hanno tenuto accesa la fiamma del cattolicesimo in Perù
[20/01/18 09:24AM]
NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA - Francesco in Perù, paese polarizzato e bisognoso di riconciliazione
[20/01/18 09:24AM]
AFRICA/CENTRAFRICA - “Un futuro cupo per i nostri figli se la situazione non cambia” gridano i Vescovi
[20/01/18 09:24AM]
Album Foto








Powered by Blogghy

Page generated in 0.2398 seconds.